gli alberi non si muovono


Diario di un vola vola! mancato
January 11, 2009, 6:31 pm
Filed under: diari | Tags: , , ,

“Guarda che è divertente fare vola vola!“… giusto, ha ragione la mamma. Cazzo, poi da bambini è così facile… ti prendono in mezzo ti tirano su per le braccia e via! Vola vola vola!… e volavi veramente, mica per scherzo! Solo che alla mia età trovare qualcuno che ti prende e ti fa fare vola vola! non è mica semplice… Finisce che vola vola! ti tocca farlo da solo, ma poi non è la stessa cosa… il vero vola vola! si fa con gli altri. E il problema è che alla mia età convincersi ogni volta che sarà bello fare vola vola! non è per niente facile. Perché crescendo uno si mette in testa una marea di stronzate e magari si arriva a addirittura a pensare che “quella è roba per bambini”, “noi siamo adulti”, “certe cose non si possono mica fare”. E invece fai vola vola! una volta e ti rendi conto di quanto sei stronzo e di quanto sono stronzi gli adulti che vola vola! non lo vogliono più fare perché a te fare vola vola! ti manca, ma prima di allora non te ne eri reso conto. E allora passi davanti all’Associazione Culturale Centro del Tango Argentino “Astor Piazzola” e ti ricordi che avevi sentito dire che i finlandesi sono il secondo popolo al mondo più appassionato di tango e pensi che anche se sta cosa del tango non c’entra un cazzo, tu un po’ i finlandesi li invidi, perché sono così nordici, così tristi, così compassati eppure si lasciano andare al tango argentino. Che è una specie di vola vola! per grandi in cui nessuno di afferra e ti fa volare, ma comunque una bella cosa da provare.
E allora penso che invece di riempire i giornali di dichiarazioni inutili i politici dovrebbero prometterci e garantirci una cosa solamente… un vola vola! gratuito al giorno per tutti! Perché sì, credo che la gente si sentirebbe meglio se facesse vola vola! almeno una volta al giorno.
E’ tutta una questione di controllo. Nel vola vola! non ci dev’essere controllo da parte di chi vola. E quindi è necessario abbandonare questo maledetta abitudine che ci impogono da adulti e metterci completamente nelle mani di qualcuno che ci fa volare, che ci fa staccare da terra almeno un metro con le ginocchia che ci toccano il naso…
bè, ripenso al vola vola! di ieri sera… è un po’ come se qualcuno cerca di farti volare e tu ti ostini a lottare contro la forza di gravità puntando con ostinazione i piedi per terra… e allora mi riviene in mente che Marco mi diceva che a lui fa tanto ridere quando mi accanisco con qualcuno definendolo un imbecille! marcando con decisione la lettera b… e allora fatti quattro risate Mà… hai ragione tu, quella storia doveva iniziare così… Io sono un imbecille. E sarebbe stato un vero capolavoro. Già, perché una storia che inizia così se non altro ti fa ridere. Anche se poi un imbecille io lo sono veramente e sta cosa non fa per niente ridere… No, perché io sono un imbecille che si rifiuta di fare vola vola! e credo non ci sia nient’altro da aggiungere. Se non che io voglio fare veramente vola vola!… è la cosa che desidero di più al mondo. Ma per ora proprio non mi riesce.

Advertisements

Leave a Comment so far
Leave a comment



Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s



%d bloggers like this: